lunedì 20 giugno 2011

I musei aperti il sabato sera

Articolo pubblicato su roma.repubblica.it

E' una movida diversa che quest'estate Roma offrirà agli avventori della notte. Oltre alle discoteche e alle scorribande nei pub, il sabato sera la Capitale terrà spalancate le porte dei suoi musei, proponendo nella maggior parte dei casi spettacoli, teatro e musica dal vivo.
Dal 25 giugno al 3 settembre, diciannove spazi espositivi, dai Musei Capitolini al Macro di Testaccio, saranno aperti al pubblico fino all'una di notte e la formula, annuncia l'assessore Dino Gasperini, potrebbe diventare permanente nell'offerta culturale capitolina.

"Metteremo insieme musica, teatro, poesia, tutte le arti in dialogo, per rendere Roma ancora più bella - spiega Gasperini - e questa iniziativa sarà anche un volano per il turismo perchè coinvolgerà anche le migliaia di visitatori che continuano ad affollare i nostri spazi museali. Offriremo un'alternativa credibile ai soliti sabati persi nelle bevute sostituendo con la cultura il nulla che anima alcune strade della nostra città".

Tra gli eventi in programma: il 27 e 28 giugno uno spettacolo di musica e teatro nel museo di Villa Torlonia; il 7 luglio danza, letture e sfilate nel cortile di Palazzo Braschi, il 22 e 23 luglio Jazz alla Centrale Montemartini; e dal 1 al 18 settembre l'Odysseus Dance Opera al Foro di Traiano. In questi casi il biglietto per assistere allo spettacolo comprenderà anche la visita al museo.

"Durante la 'Notte dei musei' - commenta l'assessore alla cultura - ci siamo ritrovati di fronte a strutture strapiene e gente seduta per terra e abbiamo pensato: 'Abbiamo fatto qualcosa di grande'. Oggi riteniamo di aver fatto qualcosa di ancora più grande e se va bene la sperimentazione di quest'estate vogliamo rendere questa iniziativa permanente". I costi, per l'esordio nell'Estate Romana, sono di 44 mila euro, ma l'obiettivo è autofinanziare il progetto attraverso la vendita dei biglietti.

Nessun commento:

Foto Roma

Archivio blog