domenica 19 giugno 2011

Festa della cultura di Garbatella

Articolo di Veronica Altimari pubblicato su www.paesesera.it


È arrivata alla sua 18esima edizione, la “Festa della cultura di Garbatella”. Un evento voluto e sentito da tutti gli abitanti del quartiere, che dal primo pomeriggio di ieri, hanno invaso le strade e le piazze del rione passeggiando tra gli stand, ascoltando la musica dal vivo degli artisti intervenuti, seguendo letture poetiche e portando i propri figli alla zona creata apposta per i bambini a piazza Longobardi.
“Un paese dentro la città”, come la definiscono i residenti, i quali attraverso delle sottoscrizioni, hanno permesso che la manifestazione fosse quasi totalmente auto finanziata.

“I tagli alla cultura ci hanno creato non poche difficoltà in questi ultimi anni – racconta Guido Rossi, presidente dell'associazione 'Controchiave”, primo promotore della festa – ma noi andiamo avanti con le nostre attività quotidiane e non possiamo assolutamente rinunciare a questo appuntamento, sopratutto ora che la festa è diventata 'maggiorenne' è importante difendere la cultura e l'arte.
In questa occasione ci sono moltissimi artisti che in maniera spontanea si fermano e si uniscono alla manifestazione, facendo slittare la sua fine fino alle due di notte. Stasera ci saranno anche i ragazzi che hanno occupato recentemente il Teatro Valle, che saliranno sul palco e racconteranno la propria esperienza”.

Molte le associazioni intervenute all'evento: “Hagape 2000” che si occupa del recupero ed inserimento dei ragazzi disabili, i quali attraverso la musica e la danza “riescono ad esprimersi in questa piazza, portando all'esterno quello che imparano nelle case famiglia in cui sono stati accolti”. “Il tempo ritrovato” associazione di fumetti che mette in piedi un banchetto di promozione e vendita per i giovani fumettisti.
“La Garbatella è un quartiere che al suo interno possiede moltissime realtà associative e di volontariato, quindi è importante conservare nel tempo una festa come questa – racconta Marco Conserva dell'associazione 'Progetto laboratorio onlus' – Stiamo creando una grande 'casa' dove riunire tutte le associazioni più piccole, per diventare ancora più efficienti e fornire al cittadino un servizio migliore. Dal 19 al 24 settembre ci sarà il primo festival delle associazioni, contiamo in un grande successo”.
Oltre alle associazioni locali, erano presenti anche gli stand di Emergency, Amnesty international, Greenpeace e del comitato dell'acqua pubblica.
Tanta musica, interventi e promozione di volontariato. Molti gli artisti che decidono di parteciparvi a titolo gratuito. Il quartiere, fino a notte fonda, è stato completamente “risucchiato” dal vortice della cultura.
Un buono esempio di partecipazione cittadina e di appartenenza.


Nessun commento:

Foto Roma

Archivio blog