martedì 8 settembre 2009

Londra


Ieri vi ho riportato dei brevi cenni sulla storia di Londra. Oggi vi racconto del presente riportando una sintesi delle enormi notizie riportate da Wikipedia.

La capitale dell'Inghilterra con i suoi 7 milioni e mezzo di abitanti è la maggior metropoli multietnica del mondo, una delle capitali del mondo, è una città che ha enorme influenza in fatto di cultura, comunicazione, politica, economia e arte.

Lo status di capitale viene attribuito a Londra in base alla consuetudine a partire dal regno di Guglielmo il Conquistatore, sulla base dell'incoronazione regale che avveniva nell'Abbazia di Westminster.

Fino al 1889 la definizione "Londra" era riservata unicamente al miglio quadrato della City, da cui la città aveva avuto origine in epoca romana. In seguito alla sua enorme espansione, che aveva portato il tessuto urbano ad assorbire l'intera città di Westminster ed altri sobborghi, fu istituita la più vasta Contea di Londra (County of London), che copriva 303 km² e la cui vita durò dal 1889 al 1965: in tale periodo il termine Londra si identificò con quest'area, che oggi viene chiamata Londra Interna (Inner London).
Soppressa la County of London e costituita l'ancor più vasta Grande Londra (1965), il concetto si riferisce oggi a tale territorio, che di fatto è un'immensa città che si estende su un'area di 1.577 km² e conta, ad oggi, una popolazione di 7.512.400 abitanti (2007).

Dal 2000, con le riforme volute dal governo di Tony Blair, Londra è amministrata in maniera federale da un'unica autorità centrale, la Greater London Authority con un proprio Sindaco e una propria Assemblea, e da 33 Borghi Londinesi tra cui la Città di Londra e la Città di Westminster.

In una grande città com questa con milioni di persone e un'area di 1.577 km² è fondamentale avere un sistema di trasporto efficiente.

Il trasporto pubblico londinese comprende la London Underground (metropolitana), la London Overground, la DLR, il Tramlink e i servizi autobus e fluviali urbani.

Tutti questi mezzi sono accessibili tramite biglietto singolo, Travelcard (abbonamenti al servizio di trasporto pubblico, disponibili per 1 giorno, 3 giorno, 7 giorni, mensili ed annuali) o Oyster Card (carte elettroniche ricaricabili da usare con appositi lettori alle stazioni e sugli autobus, sostitutive dei biglietti tradizionali e caricabili con abbonamenti).

I Black cabs londinesi sono un indiscusso simbolo di Londra. Dotati di un massimo di 5 posti per i passeggeri, sono i mezzi più comodi per chi ha dei bagagli o semplicemente desidera viaggiare senza la confusione di autobus e metropolitana. Ogni giorno migliaia di Londinesi e di turisti usano questi veicoli i cui autisti sono diventati leggenda per la loro conoscenza enciclopedica della capitale britannica e di tutte le sue strade.

Questi mezzi di trasporto sono considerati molto cari (il trasporto andata e ritorno tra l'aeroporto di Heathrow e il centro di Londra può costare in tutto intorno alle 90 sterline, contro le 26-27 sterline del viaggio in treno e le poche sterline della metropolitana), ma sono perfetti per viaggiare velocemente in centro città. I tassisti londinesi faranno di tutto per raggiungere la destinazione il più presto possibile.

Durante il nostro soggiorno (quattro giorni) abbiamo seguito un programma non molto serrato tenendo presente l'esigenza dei bimbi e redigendo una lista di priorità.

Vi riporto il nostro diario di visite che cercherò di trattare nei prossimi post.

Primo giorno: Buckingham Palace, residenza ufficiale della Regina del Regno Unito;

Secondo giorno: viaggio in battello fino a Greenwich per visitare il museo marittimo e l'osservatorio;

Terzo giorno: Westminster Abbey, London Eye e Science Museum ;

Quarto giorno: British Museum e partenza .

1 commento:

Michele ha detto...

Ammazza, e lo volevi fare ancora più serrato, il giro!!!!

Michele

Foto Roma

Archivio blog