mercoledì 12 agosto 2009

Via dell’Impero. Nascita di una strada



IL 27 luglio scorso avevo pubblicato la notizia che presso i Musei Capitolini era stata organizzata una mostra fotografica dedicata alla costruzione della via dell’Impero.

Ieri, all'ora di pranzo, decido di farci un salto!

L'ingresso si trova in piazzale Caffarelli ma ricordatevi di passare alla biglietteria in piazza del Campidoglio per evitare di camminare inutilmente (ieri faceva un caldo insopportabile!).

Il costo del biglietto valido solo per la mostra è € 4,00 intero, (€ 2,00 ridotto), mentre è possibile acquistare l'unico integrato comprensivo di ingresso ai Musei Capitolini per € 8.00 intero (1,5 in più), € 6.00 ridotto.

Grazie alla mia tessera Metrebus annuale ho pagato solo 2 euro!!

L'esposizione è al terzo piano e occupa un spazio molto limitato. Nei trenta minuti (più che sufficienti per visitarla in modo approfondito) è possibile osservare attraverso dipinti, acquerelli e disegni del Museo di Roma e del Gabinetto Comunale delle Stampe e fotografie dell’Archivio Fotografico Comunale, i lavori relativi agli sventramenti nel centro storico di Roma fra il 1920 ed il 1940.

Dai cartelli si apprende che la via fu inau­gurata ufficialmente il 28 otto­bre del 1932, anche se i lavori saranno terminati solo nel­l’aprile dell’anno successivo. «L’idea geniale di congiungere piazza Venezia con il Colosseo e con la via del Mare per mez­zo di due ampie strade, possi­bilmente tracciate secondo la linea più breve, non fu ispirata soltanto da ragioni estetiche, ma anche specialmente da ra­gioni pratiche», così racconta Antonio Munoz, all’epoca re­sponsabile delle decisioni in campo archeologico.
Mancava infatti una comunicazione di­retta tra il centro e i quartieri del Celio, dell’Esquilino e del Laterano, perché l’arteria mag­giore, la via Cavour, andava a morire contro la barriera del Foro Romano e si perdeva nel dedalo delle viuzze del quartie­re Alessandrino. La costruzione della grande strada comportò una serie di demolizioni, a cominciare dal­lo stesso quartiere Alessandri­no per finire con lo sbanca­mento della collina della Velia.

Giudizio sulla mostra? Deludente, molto deludente!
Non credevo possibile spacciare per mostra (4 euro) l'esposizioni di una sessantina di foto e altrettanti dipinti, dei quali i più importanti sono anche consultabili su internet.

Vi consiglio di evitare la visita e magari fare un salto al Museo di Roma dove ci sono 7.700 immagini relative ai lavori di via dei Fori Imperiali, riunite in 84 album.
A presto

8 commenti:

Michele ha detto...

Era meglio se andavamo a pranzo insieme, quindi!

Michele

Andrea ha detto...

Direi proprio di si

Alex ha detto...

ciao, qual'è il museo di Roma con gli 84 album?

Andrea ha detto...

Il Museo di Roma si trova a Palazzo Braschi tra Piazza Navona e Corso Vittorio Emanuele II.
Se ti interessa puoi leggere il mio post del 14 gennaio scorso:
http://deaminerva.blogspot.com/2009/01/palazzo-braschi-e-il-museo-di-roma.html

Alex ha detto...

Grazie Andrea :-)

Andrea ha detto...

Spero di essere stato utile. A presto.

Alex ha detto...

Cercando cercando... ho trovato questo Album di Flickr gestito da un appassionato http://www.flickr.com/photos/dealvariis/ che è una miniera di immagini e planimetrie e stampe antiche anche con le comparazioni di ieri oggi sulla nostra bella Roma.
Andateci e rimarrete sbalorditi dalla quantità di illustrazioni e foto antiche.

Andrea ha detto...

Grazie Alex

Foto Roma

Archivio blog