venerdì 13 marzo 2009

Agli abitanti di Bosra

E voi gente vivete nella reciproca concordia e fate che nessuno sia ostile o agisca ingiustamente.
Quanti tra voi hanno deviato non oltraggino quelli che servono gli dèi in maniera retta e giusta,secondo le tradizioni che ci sono pervenute dall'inizio dei secoli.
Quanti tra voi servono gli dèi non oltraggino o saccheggino le case di quelli che hanno deviato più per ignoranza che di proposito.
Gli uomini devono essere persuasi e istruiti con la ragione, non con percosse o con insulti o maltrattamenti fisici ...
Bisogna commiserare piuttosto che odiare coloro che si trovano,riguardo alle cose supreme, su una cattiva strada.
Infatti il supremo dei beni è la religione,mentre il supremo dei mali è l'irreligiosità
Flavio Claudio Giuliano, Agli abitanti di Bosra [nell'odierna Siria] 438
Flavio Claudio Giuliano (331-363 d.C.) nacque a Costantinopoli.Fu imperatore dal 360.Tentò di restaurare l'antica religione ellenica. Filosofo neoplatonico. Morì a Ctesifonte, nell'odierno Iraq, ucciso in battaglia da una lancia romana, forse cristiana.

2 commenti:

Michele ha detto...

Esiste qualche scrittore o storico latino che si chiami Leonardo Michelangelo Mario Luiso?

Andrea ha detto...

Bella!

Foto Roma

Archivio blog