mercoledì 13 agosto 2008

da Tonino e Anna

Ieri sera ho trascorso la serata con i colleghi (eravamo 14!) a casa di Tonino ed Anna a Cretone.
La cena è stata squisita e abbondante: melone e prosciutto, lasagna (Anna), maialino sardo (Roberta), tiramisù al caffè (Laura) , tiramisù ai frutti di bosco (Stefania), rotolo alla nutella cocomero e caffè, il tutto accompagnato da un ottimo Brunello di Montalcino del 2001 (Fausto)! Ah, dimenticavo le fantastiche verdure di Maika, nuora di Tonino.

Ma, nella mia immensa ripetitività, ricordo sempre la frase di Cicerone:

"Il piacere dei banchetti non si deve misurare dalle squisitezze delle portate ma dalla compagnia degli amici e dai loro discorsi".

Ieri è stata veramente una bellissima serata e devo sempre e soprattutto ringraziare per la loro ospitalità Tonino e la sua famiglia: Anna, Luca, Francesca e Maika.

Grazie amici






PS: a chi interessa riporto qualche cenno storico su Cretone

Le origini antiche dell'abitato sono documentate dai numerosi ritrovamenti archeologici e dagli scritti del passato. L'abitato di Cretone occupa un colle arenaceo-conglomeratico, sulla cui sommità sorge il paese medioevale.

La piana è il risultato della colmatura delle valli di due ruscelli provenienti dal versante Ovest dei monti Lucretili, lungo il fosso delle Grottoline-Molaccia si è rilevata interessante la necropoli dell'abitato. Questa restituisce preziosi oggetti di età che consentono di inserire il centro di Cretone nella facies della cultura sabina permeata di influssi etruschi.
La costruzione del castello e del borgo medioevale sec XIII, nelle cui murature sono inseriti frammenti ceramici. È possibile che l'abitato nel periodo arcaico si prolungasse dal pianoro verso l'estremità Nord del colle, coperta dall'espansione edilizia del novecento di piazza delle Carrette, l'altura si prestava ad essere isolata con un fossato nella strozzatura che la lega al gruppo meridionale dei Tre Colli.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Questa (ottima) cena non è in antitesi con i tuoi allenamenti?
Giuseppe

Andrea ha detto...

Ho descritto il menù non quello che ho mangiato ^__^.
Non è vero ho fatto anche il bis della lasagna e mi sento molto molto in colpa.......

Anonimo ha detto...

Per Andrea: veramente hai mangiato anche il tris di dolci! Se lo venisse a sapere il tuo manager-trainer... A parte l'aspetto mangereccio, abbiamo trascorso davvero una piacevolissima serata. Un infinito ringraziamento all'ospitalità di Anna, Tonino e famiglia.

Angela ha detto...

Che belle faccette soddisfatte!!!
Da riferire a Tonino: la prossima volta vorrei esserci anche io!!!

Anonimo ha detto...

Siamo capitati per puro caso nel tuo Blog! Abbiamo letto la descrizione della cena e....tralasciando il fatto delle verure messe all'ultimo posto, salta subito all'occhio che: tutti hanno contribuito...........ops!!! tutti tranne te!!!!!!!!
(Dalla nuora di Tonino) "Non pensare di essertela cavata così: la vendetta è un piatto che va servito freddo......."

Andrea ha detto...

Vorrei sottolineare:
1. Per puro caso? ma se il mio è il blog più seguito dopo quello di Grillo!!
2.Le tue fantastiche verdure erano all'ultimo posto perché così hanno il risalto che si meritano.
3.Con la mia auto ho portato il maialino: ti pare poco?
4. la vendetta è un piatto che viene servito freddo come le tue verdure. Ma era una grigliata? Sai, non l'ho capito e Luca non me l'ha saputo spiegare......^_^

Anonimo ha detto...

........per capire bastava assaggiarle!!! e magari le avresti anche apprezzate! :-)

Andrea ha detto...

A parte gli scherzi credo che metà le ho mangiate io.......

*_*

Foto Roma

Archivio blog