giovedì 21 ottobre 2010

I pittori del Risorgimento

Ieri all'ora di pranzo sono andato a visitare la mostra "I pittori del Risorgimento" presso le Scuderie del Quirinale. Sarà possibile visitare l'esposizione fino al 16 gennaio 2011.

La mostra è stata organizzata in occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. L'intento era quello di presentare una grande mostra per illustrare come la pittura italiana abbia rappresentato gli eventi che tra il 1859 e il 1861 portarono il nostro Paese alla conquista dell'indipendenza e dell'unità nazionale.

La visita, durata poco meno di un ora in assoluta solitudine, è stata una grande delusione.
Durante il percorso ho potuto ammirare le opere dei maggiori artisti dell'epoca (tra i quali Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Domenico e Gerolamo Induno, Eleuterio Pagliano, Federico Faruffini, Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Odoardo Borrani, Michele Cammarano e Giuseppe Sciuti), ma sia la qualità che il numero delle opere non mi hanno soddisfatto.

Le uniche due opere che mi hanno entusiasmato sono la statua di Masaniello dello scultore Puttinati e il dipinto "La meditazione" di Francesco Hayez.
Poco per una grande mostra., considerato anche il costo di 14 euro per il biglietto e una pessima audioguida.
Il disappunto aumenta se penso che questa doveva essere l'introduzione per le celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ormai mi avvicino alle mostre romane con poche aspettative... sono tutte così approssimative. In più il prezzo esoso, come hai fatto giustamente notare tu, costituisce un deterrente. L'unica, in questi ultimi anni, che mi abbia entusiasmata è stata "BOLDINI E GLI ITALIANI A PARIGI" al Chiostro del Bramante mentre una delusione cocentissima "DA COROT A MANET" al Vittoriano.Secondo te varrà la pena visitare Van Gogh? Ciaooo!
Anto

Foto Roma

Archivio blog