venerdì 12 settembre 2008

Week End a Napoli: la sibilla cumana


Finalmente dopo la casina sul lago siamo arrivati a Cuma appena fuori Pozzuoli, per visitare l'Antro della Sibilla Cumana.
Perché ?
La Sibilla Cumana è la più famosa tra le Sibille, figure profetiche della religione greca e romana: questo titolo era detenuto dalla somma sacerdotessa dell' oracolo di Apollo (divinità solare ellenica) e di Ecate (antica dea lunare pre-ellenica), oracolo situato nella città magnogreca di Cuma, fondata dagli Ausoni.
Ella svolgeva la sua attività oracolare nei pressi del Lago d'Averno, in un antro conosciuto come "l'antro della Sibilla" ove la sacerdotessa, ispirata dalla divinità, trascriveva i suoi vaticini in esametri, su foglie di palma le quali, alla fine della predizione, erano mischiate dai venti provenienti da le cento aperture dell'antro, rendendo i vaticini "Sibillini".

Mi ha sempre affascinato la storia della Sibilla che si presenta al re Tarquinio e si può leggere negli antichi annali. La traduzione dal latino e circa così:
Una vecchia donna straniera e sconosciuta si presentò al cospetto del re Tarquinio il Superbo portando con sé nove libri, i quali diceva essere oracoli degli dei. Li voleva mettere in vendita e quando Tarquinio ne domandò il prezzo la donna chiese un prezzo eccessivamente smisurato. Il re, credendo che la donna fosse pazza per l'età, la schernì.
Allora quella accese un piccolo focolaio davanti a tutti, bruciò tre dei nove libri, e chiese al re se qualcuno volesse comprare i sei libri rimanenti allo stesso prezzo ma Tarquinio rise maggiormente di ciò e disse che la donna stesse, senza dubbio , delirando. Subito la donna bruciò altri tre libri, e tranquillamente chiese di nuovo al re se volesse comprare i tre libri rimanenti al medesimo prezzo. Il re divenne ormai col volto serio e più interessato, capì che non doveva trascurare quella determinazione e confidenza, comprò i tre libri ad un prezzo non minore di quello che era stato chiesto per tutti e nove. Ma quella donna ora allontanatasi da Tarquinio in seguito non fu mai più vista in quel luogo. I tre libri riposti nel sacrario sono detti ''Sibillini'' e ad essi i decemviri si rivolgono quasi come un oracolo, quando gli dei immortali devono essere consultati pubblicamente.

Quale che ne fosse l'origine, è certo che questi libri costituirono una delle componenti più importanti della religione romana arcaica. Alla consultazione di questi oracoli potevano accedere soltanto membri di un particolare collegio sacerdotale, originariamente di due, quindi di dieci e infine di quindici membri (i cosiddetti Quindecemviri)) quali, infatti oltre che librorum sibyllinorum antistes, erano istituzionalmente legati ai culti di origtne greca (in particolare quello di Apollo) e successivamente, al controllo di quelli orientali.
I libri, dapprima custoditi nel tempio di Giove Capitolino, bruciarono nell'incendio del Campidoglio dell'83 a.C..
Tuttavia furono poi ricomposti grazie alla raccolta degli oracoli custoditi in tutta la Grecia e l'Asia Minore e, quindi collocati da Augusto nel tempio di Apollo sul Palatino accanto alla dimora imperiale. Qui rimasero sino al IV sec. d.C, quando furono distrutti dal generale Stilicone.
La leggenda che indica la Sibilla Cumana come autrice dei Libri Sibillini trova riscontro nel fatto che l'area cumana fosse sede di oracoli sin da età remota. E' forse più sulla scorta di questa tradizione locale che sulla presunta origine cumana dei Libri che Virgilio nel libro VI dell'Eneide, descrisse la figura tremenda della Sibilla, maestosa sacerdotessa di Apollo e di Ecate Trivia, custode degli oracoli divini e delle porte dell'Ade.
A Enea che sbarca presso le sponde cumane e risale fino al suo antro, essa mostra il futuro, ma anche gli abissi del Tartaro.
Dal II sec. a.C. essa, tuttavia, era stata assorbita dalla tradizione ebraica, che, oltre a crearne una propria recuperò l'uso degli oracoli e le diede voce tramite testi definiti Oracoli Sibillini in cui era annunciata la fine di Roma e del corrotto potere imperiale.
Grazie a questa mediazione i cristiani recuperarono dall'oblio la Sibilla Cumana diffondendo a suo nome oscure visioni sul tempo a venire che, confluendo nei vecchi Oracoli Sibillini, diedero vita a Oracoli Sibillini cristiani.
Nella IV ecloga delle Bucolicae virgiliane, in cui la Sibilla di Cuma annuncia l'inizio di una nuova era (quella augustea) e la nascita miracolosa di un fanciullo divino (Ottaviano), poteva in realtà essere letta come annuncio del cristianesimo.

3 commenti:

michele ha detto...

Come dice la Sibilla: andrai tornerai non morirai.

Sibillino, no?

Michele

Andrea ha detto...

Non ti illudere! Non mi sono dimenticato del tuo video: Lunedì lo pubblico senza censure.

Anonimo ha detto...

Legal Steroids. Muscle Labs USA is a pioneer in the Bodybuilding Supplement Industry. Our concentration is in the advancement, study, and production of anabolic steroid supplements, body building supplements, muscle site enhancements. We have a variety of products to enhance your physique. It is usually recommended to order stacks, a combination of supplements. One stack might consist of dianabol, anadroll, and deccabolan.

[url=http://www.musclelabsusa.com][img]http://www.musclelabsusa.com/images/muscular-development-ad2.jpg[/img][/url]

Foto Roma

Archivio blog