venerdì 20 febbraio 2009

A casa di Alice

Questa settimana sono andato a pranzo con Umberto al ristorante A Casa di Alice in Via Bergamo, 34 (Tel. 06.8549737).

Erano mesi che mi decantava le lodi e finalmente martedì ho potuto accontentarlo.

L'ingresso si presenta bene senza fronzoli e con un simpatico portoncino. All'interno il locale si estende come un corridoio e i tavoli sono sui due lati, ma lo spazio per mangiare è abbondante.

Il servizio è preciso e abbastanza veloce e le cameriere molto gentili.
Per quanto riguarda il cibo non c'è molta scelta perché il ristorante dichiara fin dall'ingresso di essere una spaghetteria, ma è da sottolineare la grande varietà.

Umberto mi ha consigliato il piatto da lui preferito : spaghetti alla Lupara (ricotta di pecora e pepe) che mi sono sembrati ottimi.

Essendo in pausa pranzo abbiamo preferito non appesantirci ma ho notato dal menù che i secondi non sono molti ma anche questi letteralmente in tutte le salse.
I prezzi sono più che abbordabili per essere un ristorante.

In conclusione lo consiglio soprattutto per la cena.


Giudizio finale: Ambiente 6,5 - Servizio 6 - Qualità cibo 5,0 - Prezzo 5,5

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Un ristorante al giorno??!!??!!!
ma vuoi perdere il tuo fascino?
Attento alla linea!!!!

Andrea ha detto...

Non ti ho preoccupare perché non ho mai avuto mai né fascino né linea.

Anonimo ha detto...

"la bellezza si vede, il fascino si sente".
Roberto Gervaso

Anonimo ha detto...

Gli spaghetti alla lupara oltre al pepe e la ricotta contengono anche le melanzane, il che da un tocco di mediterraneo ( se mai ce ne fosse bisogno ) ad un piatto che giudico sublime. Anch'io lo consiglio vivamente.
Umberto

Andrea ha detto...

Con rammarico devo modificare la mia valutazione. Sono ritornato un altro paio di volte ordiando diverse portate e la qualità del cibo è molto peggiorata.

Foto Roma

Archivio blog